L’ECCELLENZE ITALIANE Parte1

L’ECCELLENZE ITALIANE Parte1

Beh se dobbiamo parlare di artigianato non possiamo non tener conto delle grandissime eccellenze italiane, da sempre se si parla d’arte nelle più varie forme i nostri artigiani sono rispettosi della tradizione delle volte secolare, ma con un occhio sempre rivolto al futuro, magari per un’innovazione tecnologica o un nuovo metodo di lavorazione, in questo articolo vorrei parlare della lavorazione del vetro.

L’Arte del Vetro

Tra tutte le merci giunte dall’Oriente, il vetro godeva di un ruolo di rappresentanza. A riprova di ciò attraverso scavi effettuati per la bonifica di edifici storici, sono state repertate strutture abitative di epoca romana, per cui ufficialmente si pensava che la città di Venezia fosse sorta dai transfughi delle città romane per trovare scampo dai barbari. Da ciò si può capire che l’arte veneziana del vetro provenga direttamente da quella romana dell’Alto Adriatico e, comunque, il vero e proprio sviluppo si ebbe nel medioevo. I vetrai veneziani cominciarono a praticare quest’arte ereditando l’uso del vetro sodico dagli orientali. Tale composizione si adatta a lavorazioni a caldo e in questo si distinsero per il gusto estetico e l’uso di più colorazioni. La capacità estetica per i veneziani è fondata sull’intuizione che il vetro sia un materiale estremamente malleabile e quindi adatto ad essere soffiato e modellato allo stato incandescente, ma capace di mantenere le stesse caratteristiche cromatiche anche nel prodotto finito. Ciò fu dovuto al fatto che le vetrerie si concentrarono naturalmente nell’isola di Murano, tanto che nel 1291 lo Stato stabilì la distruzione di vetrerie costruite a Venezia deputandone a Murano l’origine storica.

I Vetrai Oggi

Il vetro di Murano viene ancora prodotto in ambito artigianale. Alcuni dei prodotti caratteristici prodotti nell’isola sono: vetri di prima lavorazione, articoli per l’illuminazione, vetri incisi, vetri decorati, vetri decorati per sabbiatura, vetri molati, lavorazioni murrine, specchi e vetri a lume e perle. Girando per le vie di Murano, è possibile trovare un gran numero di botteghe che mostrano (a pagamento) delle semplici lavorazioni. Un gruppo di aziende artigiane e industriali ha creato in collaborazione con la Regione del Veneto, un marchio per garantire l’autenticità e la provenienza dell’oggetto in vetro di Murano. Il marchio è stato istituito e regolamentato dalla legge regionale del Veneto nº 70 del 23/12/1994. Ad oggi circa 50 aziende utilizzano il marchio registrato “Vetro Artistico® Murano”. Le fabbriche presenti sull’isola di Murano non sono obbligate a chiedere la concessione all’uso del marchio ed alcune scelgono di non farlo. Nel dicembre del 2001 ne viene affidata la gestione al Consorzio Promovetro Murano. Gli artigiani muranensi hanno restaurato i quattro lampadari in vetro di Murano collocati nel municipio del comune di Sant’Agostino, il più grande di essi ha un peso di 400 kg, una circonferenza di tre metri per un’altezza di circa cinque metri suddivisi in quattro piani strutturati in cristallo, ambra ed oro.

Categorie
Ottobre: 2020
L M M G V S D
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031  

© 2020 From-to